Visualizzazioni totali

© http://graphiceternal.blogspot.it/. Powered by Blogger.

Il Mio Elemento

Il Mio Elemento

Post più popolari

Chi è venuto a farmi visita

cari amici se volete fare "pubblicità" ai vostri blog mandatemi un e-mail non scrivete i link del vostro sito o blog tra i commenti perchè verrà considerato spam e verranno cancellati e no blogwalking... E volevo informarvi che quello che scrivo e solo a scopo informativo non c'è nulla di provato vi abbraccio Selene...
lunedì 26 marzo 2012
A seconda del legame che hanno con la natura le fate si distinguono in: fate del fuoco,fate dell'acqua,fate della terra e fate dell'ariaSono rappresentate come "creature alate" che spesso prendono le sembianze diplendide farfalle o di coloratissimi uccelli. Le Fate di questo elemento hanno le ali ed il loro compito è svariato: dal produrre dolce brezza a creare il più violento uragano. Le Fate dell'aria sono le più eteree, quasi evanescenti e sono quelle più evolute, poiché in esse si possono trovare tutti equattro gli elementi le ali: simbolo dell'aria le gambe: simbolo della terra.lo scintillio: simbolo del fuocola fluidità: simbolo dell'acqua.L'aria è una forza creativa e quindi caratterizza queste fate rendendole intellettualmente versatili. Sono molto attratte dalle persone creative e molte volte regalano a loro l'ispirazione assumendo le sembianze di musa.Esse proteggono il libero pensiero, l'intelligenza e l'individualità.Sono fate che viaggiano molto, sono curiose e molto amichevoli.
domenica 11 marzo 2012
Una delle più suggestive leggende delle Dolomiti, spiega perché queste montagne al tramonto si tingono di rosa. Secondo la leggenda, sul Catinaccio, laddove oggi si intravede fino a primavera inoltrata una grande chiazza di neve racchiusa in una sorta di catino, si adagiava una volta il giardino di rose di Re Laurino. Ecco perché in tedesco il Catinaccio si chiama Rosengarten, cioè giardino delle rose. Re Laurino regnava su un popolo di nani che scavava nelle viscere della montagna alla ricerca di cristalli, argento e oro e possedeva altresì due armi magiche: una cintura che gli forniva una forza pari a quella di 12 uomini e una cappa che lo rendeva invisibile. Un giorno il Re dell'Adige decise di maritare la bellissima figlia Similde e per questo invitò tutti i nobili del circondario a un torneo di maggio, tutti tranne Re Laurino. Lui decise allora di partecipare comunque, ma come ospite invisibile. Quando sul campo del torneo cavalleresco ebbe modo di vedere Similde, colpito della sua bellezza, se ne innamorò all'istante, la caricò in groppa al suo cavallo e fuggì. I combattenti si lanciarono subito all'inseguimento per riportare indietro Similde, schierandosi davanti al giardino delle rose. Re Laurino allora indossò cintura, che gli dava la forza di dodici uomini e si gettò nella lotta. Quando si rese conto che nonostante tutto stava per soccombere, indossò la cappa e si mise a saltare qua e là nel giardino convinto di non essere visto. Ma i cavalieri riuscirono a individuarlo osservando il movimento delle rose sotto le quali Laurino cercava di nascondersi. Lo afferrarono, tagliarono la cintura magica e lo imprigionarono. Laurino, irritato per il destino avverso, si girò verso il Rosengarten che lo aveva tradito e gli lanciò una maledizione: né di giorno, né di notte, alcun occhio umano avrebbe potuto più ammirarlo. Laurino però dimenticò l’alba e il tramonto e così da allora il Catinaccio, in queste parti della giornata si colora di rosa mostrando il bellissimo giardino di rose.
sabato 10 marzo 2012

Chi dice Donna, dice...
C'è un pensiero ultimamente,
che mi frulla nella mente.
e martella i miei pensieri
come un corpo contundente.
Sul suo conto, (è ormai evidente),
ne hanno dette proprio tante:
chiacchierona, petulante,
rompiscatole, invadente...
Quando è in macchina  al volante
è un pericolo costante
se è intenta a chiacchierare
con l'amica al cellulare.
Se ti piace la montagna
e fra i boschi passeggiare,
stai pur certo che le ferie
passerai con lei al mare.
Quando un giorno hai di riposo
lei lo sa quel che hai deciso
ma i conti dovrai fare
con il bagno da imbiancare.
Fra le braccia di Morfeo,
la domenica al mattino,
tu vorresti rimanere
avvinghiato al tuo cuscino
ma il tuo sogno è presto infranto
da un risveglio con lo schianto.
Si avvicina dolcemente
e con voce suadente
ti ricorda immantinente
la promessa precedente.
E puntando dritto il dito
devi compiere quel rito
tanto caro a ogni marito.
No mi spiace, (eheheh...)
non è quello che hai capito...
"Dai, non essere arrabbiato
non avrai dimenticato
che oggi iniziano gli sconti
in quel bel supermercato?"
E se al cuor non si comanda
sorge qui la mia domanda:
Se proviamo a immaginare
di dover senza lei stare
senza liti né capricci,
musi lunghi, né bisticci,
forse è vero che nessuno
ti farà più disperare,
ma che mondo di grigiore
si dovrebbe sopportare?
  Orsù dunque,
ripetiamo senza fretta
quella formula perfetta
che da sempre equivale
a un principio esistenziale:
Mamma, moglie, amica, amante
bella, brutta o intelligente,
pur noiosa o divertente,
che sia in jeans oppure in gonna:
"Chi dice Amore
dice... Donna."
domenica 4 marzo 2012



Caruso
Here, where the sea shines and the wind howls
on the old terrace beside the gulf of Sorrento
a man embraces a girl he wept after
then clears his throat and starts singing.

I love you very
but much, much, you know
has become a chain
that melts the blood inside the veins.

He saw the lights in the sea
thought of the nights there in America
but they were just the boats and the white wash astern

He felt the pain in music, he rose from the piano
but when he saw the moon emerging from a cloud
seemed sweeter even death

the girl looked into his eyes, those eyes as green as the sea
Then suddenly a tear fell and he believed he was drowning.

I love you very
but much, you know
has become a chain
that melts the blood inside the veins.

The power of opera, where every drama is a hoax
that with a little 'up and with mime you can become another
But two eyes that look at you, so close and real
fans will forget the words, confuse your thoughts

so everything becomes small, also the nights there in America
You turn and see your life like the wake of a propeller

but yes, it is life that ends and he does not think so much
indeed he already felt happy and continued his song.

I love you very
but much, you know
has become a chain
that melts the blood inside the veins

Partecipa Anche Tu

Image hosted by uppix.net

Cerca

Blog che seguo

Archivio

Lettori fissi

Informazioni personali

La mia foto
ciao mi chiamo selene nel web, ho 21 anni cosa dire di me... allora adoro il fantasy (si era capito!!! (^_^) )sono simapatica, sognatrice, romantica, testarda e determinata. Ho aperto questo piccolo spazio per condividre con voi la mia fantasia. ƸӜƷ Selene ƸӜƷ

Banner

Votami

sito
laportadeisognidiselenia.blogspot.it