Visualizzazioni totali

© http://graphiceternal.blogspot.it/. Powered by Blogger.

Il Mio Elemento

Il Mio Elemento

Post più popolari

Chi è venuto a farmi visita

cari amici se volete fare "pubblicità" ai vostri blog mandatemi un e-mail non scrivete i link del vostro sito o blog tra i commenti perchè verrà considerato spam e verranno cancellati e no blogwalking... E volevo informarvi che quello che scrivo e solo a scopo informativo non c'è nulla di provato vi abbraccio Selene...
mercoledì 27 marzo 2013
Il calendario celtico per i Drudi è di grande importanza in quanto è un antichissimo sistema valido per vedere qual'è il periodo dell'anno più giusto per fare della magie. Esso veniva scritto con un misterioso alfabeto che in pochi conoscono, OGHAM, ed era inciso su bastoni di legno o sulle grandi pietre preziose. Fu il Dio Ogma ad insegnarlo ad i primi Drudi per poi poterlo tramandare con discrezioni a pochi iniziati.Il calendario celtico è diviso in 13 mesi come le lune piene che ci sono in un anno. Ad ogni mese lunare corrisponde un albero sacro. E ad ogni albero corrisponde un segno zodiacale, che mostra le caratteristiche delle persone.

23 dicembre.... Il vischio
I nati in questo giorno sono delle persone speciali, solitamente posseggono grandi poteri magici ed hanno la missione di insegnare agli altri.Infatti, fra tutte le piante magiche il Vischio è la più sacra. I Drudi la raccolgono con un falcetto d'oro e la conservano scrupolosamente.Regalare un mazzetto di Vischio è di ottimo auspicio e porta fortuna e ricchezza.

Nei tempi passati, qualsiasi morte ingiustificata di animali e di esseri umani, era attribuita ad un " Colpo d'Elfo".Si credeva che le piccole punte di freccia di selce, che oggi sappiamo essere opera degli uomini dell'Età della pietra, fossero opera degli Elfi.Nei casi in cui non era visibile nessun colpo sul corpo, si riteneva che la punta di freccia non provocasse una ferita, ma causasse invece una paralisi. In questo modo, la vittima poteva essere rapita nel mondo delle Fate, ed una copia del corpo lasciata al suo posto ad ammalarsi e a morire.

 Gli Elfi musicisti possiedono un'abilità magica, le loro melodie sono al contempo belle, tristi, selvagge, e capricciose ed esercitano un fascino fatale sui mortali.Una malinconica aria elfica può cullare l'ascoltatore in un sonno infausto o, nel migliore dei casi, può trascinarlo in un triste oblio in cui sentirà per sempre la vaga musica struggente, costante presenza dell'irraggiungibile.

Gli Irlandesi hanno un loro Elfo industrioso, il Leprechaun. Si tratta di un ciabattino solitario che si può trovare sotto una foglia di romice o sotto una siepe mentre lavora allegramente ad una scarpa ( ad una scarpa soltanto, mai ad un paio)Come tutti gli Elfi, è importante vedere il Leprechaun prima che lui ci veda perché solo così è possibile persuaderlo a rivelarci il luogo in cui è nascosta una delle sue pentole piene d'oro. ll Leprechaun è però scaltro ed ingannevole e può sparire in un secondo. Una vecchia leggenda irlandese racconta di un ragazzo che guidava un carro pieno di terra per guadagnarsi da vivere; era un ragazzo silenzioso e malinconico e ciò che amava più di tutto al mondo erano i libri.

Esistono diversi tipi di Elfi: gli Elfi della Luce,gli Elfi del Crepuscolo, gli Elfi delle Tenebre  
  • Gli Elfi della Luce sono esseri benevoli ed utili, dotati di grande sapienza,  hanno un aspetto armonioso e portano coroncine di fiori sulla testa. Vivono di buon grado insieme agli esseri umani, ai quali insegnano molti segreti della natura.  
  • Gli Elfi del Crepuscolo sono diffusi ovunque e cavalcano gli ultimi raggi di sole del giorno, facendo nascere il sentimento della nostalgia in chi è lontano da casa. 
Un giorno il buon Dio, travestito da viandante, bussò alla porta di una piccola casa e chiese ospitalità. Venne accolto e gli venne offerto persino il letto, l’unico che possedevano. Si trattava di una famiglia numerosa e i genitori erano così poveri che non avevano di che vestire i figli. Padre e madre si vergognavano di ciò e presentarono allo straniero solo la metà dei loro figli. Dio li trovò amabili e chiese alla madre se ne avesse altri oltre a quelli. La donna rispose di no. Naturalmente il buon Dio sapeva benissimo che aveva altri figli e domandò ancora: “Mia buona donna, mi hai davvero presentato tutti i vostri figli?”. “Certamente – mentì la donna sorridendo -Non sono forse abbastanza?”.
I Folletti Sono Esseri piccoli  e favolosi, hanno faccini da fanciulli, una folta capigliatura di solito bionda e riccioluta coperta da un cappellino ricavato da un fiore. Svaniscono come se fossero fatti di Fumo,non hanno l'ombra se visti alla luce del Sole e non lasciano tracce sulla terra quando camminano.Amano i bambini piccoli e li confortano quando di notte proprio non riescono a dormire, raccontando loro bellissime storie,fortunato è colui che riesce a togliere loro il cappellino perchè con quel pegno riuscirà a far loro promettere di esaudire un desiderio. Ci sono molti tipi di folletti Vestiti di Azzurro, che compaiono nei riflessi delle onde,cavalcano i Delfini e vivono nascosti sulle navi, e quando decidono di farsi vedere aiutano i marinai, restando in loro compagnia a bere RHUM e raccontarsi storie di Naufraghi . Sono in grado di avvistare pericoli prima degli Uomini e aiutano nelle tempeste. 
domenica 10 marzo 2013
Le feste celtiche celebrano i momenti dell'anno nei quali il mondo terreno e il mondo degli Dei si sovrappongo.Per i celti il tempo è ciclico: le ore si susseguono per ritornare a quella originaria, le giornate non iniziano all'alba ma vengono contate partendo dalla notte, le stagioni scandiscono i ritmi della vita e della morte."La morte non è la fine ma un nuovo inizio".Questo concetto è molto importante per comprendere la cultura celtica.Nei cicli della natura si trova l'elemento divino, che permea l'intera vita dei celti.Le feste celtiche sono proprio i momenti in cui si aprono le porte tra il mondo degli uomini e quello degli Dei e in alcune ricorrenze gli spiriti dei morti possono comunicare con i viventi.L'anno celtico consisteva di 13 mesi ovvero 12 come i nostri attuali più un mese di 3 giorni alla fine di ottobre che collegava l'anno vecchio al nuovo.I nomi gaelici delle quattro stagioni risalgono ad epoche pre-cristiane: Earrach per la Primavera, Samhradh per l'Estate, Foghara per l' Autunno, e Geamhradh per l'Inverno.Le feste celtiche sono divise in due cicli:il primo ciclo è quello del viaggio del sole attraverso il cielo, e comprende quindi i due solstizi e i due equinozi.Le feste solari (dette anche Alban) sono: Alban Arthuan, Alban Eiler, Alban Heruin, Alban Elved
Il secondo ciclo è quello delle stagioni, legato alle tradizioni contadine quali il tempo della semina, della fioritura, della maturazione e del raccolto.Queste feste sono dette feste del fuoco e sono le più importanti: Samhain, Imbolc, Beltane (o Beltain), Lughnasadh.Ogni festa veniva solitamente celebrata per tre giorni (prima, durante e dopo il giorno ufficiale di osservanza).Per il celti il 3 era il numero della divinità.

Partecipa Anche Tu

Image hosted by uppix.net

Cerca

Blog che seguo

Archivio

Lettori fissi

Informazioni personali

La mia foto
ciao mi chiamo selene nel web, ho 21 anni cosa dire di me... allora adoro il fantasy (si era capito!!! (^_^) )sono simapatica, sognatrice, romantica, testarda e determinata. Ho aperto questo piccolo spazio per condividre con voi la mia fantasia. ƸӜƷ Selene ƸӜƷ

Banner

Votami

sito
laportadeisognidiselenia.blogspot.it