Visualizzazioni totali

© http://graphiceternal.blogspot.it/. Powered by Blogger.

Il Mio Elemento

Il Mio Elemento

Post più popolari

Chi è venuto a farmi visita

cari amici se volete fare "pubblicità" ai vostri blog mandatemi un e-mail non scrivete i link del vostro sito o blog tra i commenti perchè verrà considerato spam e verranno cancellati e no blogwalking... E volevo informarvi che quello che scrivo e solo a scopo informativo non c'è nulla di provato vi abbraccio Selene...
 Come già sappiamo le fate sono grandi amanti della natura soprattutto amano i fiori più di qualsiasi altra cosa .Il loro olfatto è sottilissimo, conoscono ogni sfumatura legata agli aromi ed ai profumi dei fiori che crescono nei boschi e dei prati.Esse se ne prendono cura sorvegliandone il ciclo vitale, curandone le radici, assistendo allo sbocciare dei teneri germogli.Quando andate alla ricerca dei luoghi di ritrovi fatati, ricordatevi che ogni prato, ogni striscia di terra su cui fioriscono fiori e profumi selvatici lì vi è la sicura presenza delle fate. Non a caso si dice che il profumo lasciato dal popolo fatato sia quello spiccato del muschio bagnato.Per tradizione ogni fiore o pianta o albero ha un significato simbolico, derivato da tradizioni antiche e rappresenta uno stato d'animo, un sentimento, un messaggio.Ma apriamo una piccola parentesi storica sui nostri delicati fiori....



 In ogni cultura è presente una tradizione legata alla coltivazione ed al dono dei fiori. Di significati ne esistono molti e lo stesso fiore, in situazione diverse, può assumere significati opposti. Gli attori della comunicazione (chi dona e chi riceve) influenzano il significato, così come centrale è il ruolo del colore.A tutti è noto per esempio che se una rosa rossa simboleggia l'amore passionale, una rosa gialla indica la gelosia e il tradimento.Come in ogni linguaggio inoltre è l'armonia delle parole che crea il discorso: un fiore che simboleggia il ricordo, accanto a quello che simboleggia l'amore testimonierà un sentimento eterno. Ma ricordo associato al lutto rappresenterà la perdita di una persona amata.Tutti noi, almeno nella giovinezza, abbiamo parlato questo linguaggio: quanti possono affermare di non aver mai sfogliato una margherita cantilenando un "m'ama - non m'ama"? E quanti si sono astenuti dal cercare un quadrifoglio come portafortuna?La simbologia dei fiori ha avuto un ruolo ben più importante nella nostra storia. Solo per fare alcuni esempi si può ricordare il giglio che rappresenta la città di Firenze a partire dal XII secolo, in corrispondenza della prima grande diffusione dell'araldica pubblica europea e contemporaneamente alla fase del consolidarsi, nella sua struttura politica e istituzionale, del libero comune di Firenze.L'araldica ha usato molto la simbologia dei fiori; il giglio che ha il primo posto, è simbolo di potenza e di sovranità. La rosa: rossa, d'oro o d'argento, è emblema di bellezza, amore incontaminato, sovranità dei costumi, nobiltà e merito riconosciuto. Molti sono i sovrani ed i Papi che si sono fatti ritrarre ornati di fiori, per tutti S. Luigi dei Francesi con il giglio bianco.Ma andiamo un pò più nello specifico...


 Il Significato dei Fiori
Il significato di un fiore cambia a seconda che si indossi (fra i capelli, all'occhiello, inserito nel décolleté, ecc.), che si porga con la mano destra o con la sinistra, che lo si presenti da solo o inserito in un bouquet.
E' l'accostamento con altri fiori a determinarne le "parole": se un fiore che significa "per sempre" è inserito in un mazzo di fiori che significano "amore", il messaggio sarà "ti amerò per sempre", ma se è inserito in un bouquet con fiori che significano "ricordo" e altri che significano "odio", il messaggio sarà chiaro: "Ti odierò per sempre e di te mi resteranno solo cattivi ricordi".
Un fiore come l'Erica che significa solitudine, ma anche fortuna, se accostata ad un fiore come la Primula che può significare malinconia, dice "sei sola/o e triste", ma se la stessa erica è offerta con Rose rosa il cui significato è "successo", il messaggio sarà "ti auguro tanto successo e fortuna".
Oltre al significato d’ogni fiore, anche il colore complessivo del bouquet avrà la sua importanza: il bianco indica la purezza, il rosso la passione, il giallo la gelosia. Ha importanza il fatto che si invii una pianta o un ramo (il caso dell'Acacia) o il suo fiore (in questo caso, la Mimosa: il fiore dell'Acacia).
Da non dimenticare che solo in particolari occasioni si inviano mazzi dello stesso fiore e dello stesso colore, mentre vi sono fiori che possono essere inviati esclusivamente da soli (come l'Orchidea) o al massimo con un altro fiore o un ramo che ne sottolinei il significato (nel caso dell'Orchidea si può accostare un rametto di capelvenere, per inviare un messaggio di "passione discreta".
Insomma, non sarà facile imparare a destreggiarsi nella composizione di messaggi floreali, ma non sarà diverso dall'imparare l'uso di una lingua straniera, in cui spesso le parole assumono un diverso significato secondo il contesto in cui le si usa: la differenza sta nel fatto che il linguaggio dei fiori è universale.



Il Linguaggio Dei Colori

ARANCIONE:
simbolizza la fiamma, il fuoco, la lussuria.

BIANCO:
simbolizza l'indifferenziato, la perfezione trascendente, innocenza, la luce, il sole, l'aria, castità, santità, sacralità, la redenzione, autorità spirituale. Una veste bianca indica purezza, castità o il trionfo dello spirito sulla carne. l'anima purificata, gioia, verginità, vita santa. Il bianco associato al nero simbolizza la dualità, i due opposti, il bene e il male. Il bianco associato al rosso simbolizza il diavolo, il purgatorio. Il bianco è presente in molte cerimonie e fasi della vita come il battesimo, la cresima, le cerimonie religiose, il matrimonio, la morte, i santi, ecc.

BLU:
simbolizza la la verità, l'intelletto, rivelazione, saggezza, lealtà, fedeltà, costanza, castità, affetti casti, reputazione senza macchia, magnanimità, prudenza, pietà, pace, contemplazione, freddezza. il blu è il colore delle grandi profondità del mare, del principio femminile della acque, il blu del cielo è la grande madre, poi simbolizza anche il vuoto,l'innocenza primordiale e lo spazio infinito. La fede, la Madonna, la tranquillità.

GIALLO:
è un colore ambivalente, il giallo chiaro simbolizza la luce del sole, l'intelletto, intuito, fede e bontà. Il giallo scuro simbolizza slealtà, tradimento, gelosia, ambizione, avarizia, furtività, inganno, perfidia. Il giallo dorato simbolizza la sacralità, la divinità, la verità rivelata.

PORPORA:
regalità, potere imperiale e sacerdotale, orgoglio, verità, temperanza, simbolizza dio, umiltà, penitenza ed è il colore della quaresima.

ROSSO:
rappresenta il sole e tutti gli dei della guerra. e principio maschile, attivo, il fuoco, la regalità, l'amore, la gioia, le celebrazioni festive, la passione, l'energia, la ferocia, la sessualità, il fuoco, il sangue, la collera, vendetta, il martirio, la forza d'animo, la fede, la magnanimità, rinnovamento della vita, il rosso con il bianco rappresenta la morte, rosso nero e bianco rappresenta i tre stadi dell'iniziazione. Nella simbologia cristiana rappresenta la passione di Cristo e il suo sangue versato, le pentecoste, fede fervida, amore, potere, dignità, audacia, il colore del martirio e della crudeltà.

VERDE:
colore ambivalente, simboleggia la primavera della vita e la morte; anche gioventù, speranza, contentezza, cambiamento, la transitorietà e la gelosia.Il paradiso, la natura, l'abbondanza, la prosperità, la pace. il verde acerbo simboleggia l'inesperienza, la follia, l'ingenuità.E' associato al n.5 ed è il colore delle fate. il verde primaverile simboleggia l'immortalità, la crescita dello spirito santo nell'uomo, la vita, il trionfo della vita sulla morte. Iniziazione, opere buone, il verde pallido è associato a satana e alla morte.

VIOLA:
simboleggia l'intelligenza, conoscenza, devozione religiosa, santità, sobrietà, umiltà, penitenza, dolore, temperanza, nostalgia, afflizione, lutto, vecchiaia, regola e autorità sacerdotale, verità, digiuno, tristrezza, oscurità, ed è il colore associato a Maria Maddalena.


Dillo Con Un Fiore ...

Acacia: amore... platonico! Da usare quando non volete scoprirvi troppo.
Agrifoglio: forza e resistenza.
Alloro: trionfo.
Ambrosia: amore corrisposto.
Anemone: per la sua caducità simboleggia i sentimenti effimeri, il senso di abbandono e l'amore tradito, ma anche la speranza e l'attesa. Da regalare per dire: mi trascuri, torna da me. Non solo ad un amore ma anche ad un amico e un parente.
Artemisia: serenità, felicità, salute. Da regalare per ringraziare di quello che ci viene donato ogni giorno.
Azalea: simbolo cinese della femminilità e della temperanza, simboleggia anche la fortuna, un fiore da regalare prima di affrontare una prova importante.
Begonia: fai attenzione.
Balsamina: fidanzamento. Da donare come se fosse un invito a sciogliere i dubbi.
Biancospino: speranza, e prudenza. Si può regalare in attesa di una risposta positiva.
Bocca di leone: indifferenza.
Bucaneve: consolazione. Da donare per attestare la propria solidarietà.
Calendula: dispiacere, gelosia, pena d'amore.
Cactus: durata.
Camelia: sacrificio. È un pegno e un impegno ad affrontare ogni sacrificio in nome dell'amore.
Camelia rossa: sei la fiamma nel mio cuore.
Camelia bianca: sei adorabile.
Ciclamino: rassegnazione e addio.
Crisantemo: dolore.
Dalia: riconoscenza, buon gusto, si dona solitamente per esprimere gratitudine.
Edera: fedeltà, amore esclusivo.
Erica: solitudine.
Felce: sincerità.
Fiordaliso: delicatezza e primo amore.
Fiori d'arancio: verginità, fecondità, purezza e per i più coraggiosi richiesta di matrimonio.
Fiori di ciliegio: buona educazione.
Fiori di pesco: amore immortale.
Gardenia: sincerità. Se qualcuno pensa che abbiate mentito questo è il fiore giusto per dire la vostra.
Garofano bianco: fedeltà. È il simbolo di un amore reciproco. Donatelo per dirle che è unico.
Garofano rosso: rabbia, risentimento, ma anche energia.
Gelsomino bianco: amabilità, affetto, è il fiore della timidezza da usare quando ci si vuole esporre ma non troppo.
Gelsomino giallo: gentilezza, candore, eleganza e nobiltà.
Geranio: stupidità, follia.
Giacinto blu: costanza.
Giacinto porpora: perdonami.
Giacinto rosso o rosa: gioco.
Giacinto giallo: gelosia.
Giglio: purezza. Una leggenda narra che Maria abbia scelto Giuseppe tra tanti perché lo vide con un giglio in mano. Nel significato dei fiori oltre che rappresentare la purezza e la castità, significato che ancora permane, il giglio oggi simboleggia la nobiltà e la fierezza d'animo. È il fiore ideale da regalare ad una donna fiera, onesta e di classe, per dirle che la consideriamo una regina.
Giglio giallo: nobiltà.
Giglio rosa: vanità.
Girasole: amore adorante, amore infelice.
Iperico: originalità.
Iris: simboleggia la fede e la speranza ma anche la voglia di mandare un messaggio. Per comunicare che ci sono novità o buone notizie, per fare gli auguri, per chi sta per intraprendere qualcosa d'importante.
Iris giallo: ardo di passione per te.
Lauro: gloria, trionfo, afrodisiaco.
Lavanda: buona fortuna o diffidenza e distacco.
Lillà bianco: purezza e verginità.
Lillà giallo: sono fra le nuvole.
Lillà tigre: orgoglio.
Lillà della valle: tenerezza, umiltà
Magnolia: nobiltà.
Margherita: semplicità, innocenza, spontaneità, bontà, freschezza e purezza.
Mimosa: innocenza, libertà, autonomia.
Mughetto: verginità, civetteria.
Narciso: egotismo.
Nontiscordardime: amore eterno e fedeltà perpetua.
Orchidea: sensualità, passione. Il fiore da regalare quando siete proprio sicuri che la vostra passione sia corrisposta. Nel linguaggio dei fiori l'orchidea significa "grazie per esserti concessa!"
Palma: vittoria.
Papavero rosa: serenità, vivacità.
Papavero rosso: orgoglio.
Passiflora: fede, religione.
Primula: giovinezza, primo amore, speranza di rinnovamento.
Rododendro: primo amore.
Rosa: la rosa meriterebbe un dizionario a parte. Ogni colore porta con sé un messaggio diverso. Importante però è conoscere il significato che le accomuna tutte. La rosa è il simbolo del segreto, delle cose da rivelare con delicatezza. La rosa, il cui bocciolo è ben nascosto dai petali, incarna anche la castità femminile mentre la rosa sbocciata rappresenta bellezza della gioventù.
Rosa bianca: silenzio.
Rosa canina: delicatezza e piacere ma anche sofferenza e dolore.
Rosa gialla: gelosia.
Rosa rosa: tenerezza.
Rosa rossa: passione, vero amore.
Tulipano: non tutti lo sanno ma il fiore che rappresenta il vero amore è il tulipano, il fiore perfetto per una dichiarazione d'amore in piena regola. La leggenda popolare racconta che il fiore sia nato dal sangue di un giovane suicidatosi per amore. Perfetto per dire che amate e amerete per sempre.
Tulipano rosso: dichiarazione d'amore.
Tulipano giallo: c'è il sole nel tuo sorriso.
Tulipano violetto: modestia.
Viola del pensiero: pensiero intenso e romantico, è adatta per essere donata agli anniversari.
Violetta: umiltà e modestia.


Fiori e Piante Magiche

Una tradizione antica e profondamente radicata nelle società rurali di Irlanda e Scozia attribuiva alle fate le malattie dei mortali, alle quali solo un 'dottore delle fate' poteva porre rimedio usando le erbe sacre. Naturalmente si dovevano rispettare, riti, procedure e fasi lunari ben precisi per poterle raccogliere e trattare.
Le erbe più usate erano la verbena, l'eufrasia e l'achillea, insieme alle quali erano pronunciate parole segrete e riti magici. Una pozione di erbe era pagata in argento, mentre un incantesimo richiedeva solo un dono. 

L'Achillea era considerata un rimedio molto potente, la cui azione era potenziata dalla combinazione con altre erbe. Utilissima perché capace di arrestare il sangue dalle ferite e curare i raffreddori, era anche associata alla divinazione del tempo atmosferico.
L'Eufrasia attualmente viene consigliata per tutte le affezioni oculari, ma è utile anche per raffreddori da fieno, infreddature, tossi e mal di gola.
La Verbena, detta anche artiglio di drago, era ritenuta sacra in molte culture ed era associata a visioni e profezie. I suoi fiori addobbavano gli altari dei Druidi.

A completamento di queste tre piante fondamentali, segue un elenco di erbe, alberi e fiori ritenuti sacri, come il biancospino, il nocciolo e il sambuco, alberi che l'uomo doveva rispettare ed onorare.
Anemone dei boschi: mettere le foglie in un impiastro sulla testa per curare il mal di testa.
Barbasso: molto usata nella medicina popolare e nella magia popolare; riporta ai genitori i bambini rapiti. Se presa regolarmente a piccole dosi, dona una lunga vita.
Camomilla: è una delle erbe più potenti ed è stata usata per secoli. Ottima per problemi di stomaco, come anti- infiammatorio per le ferite e sedativo per disturbi nervosi.
Dente di leone: usato per molti mali, indicato soprattutto per il cuore, per l’ipertensione ed anche come diuretico.
Edera: usata per proteggere le greggi, il latte e i prodotti caseari. Le tradizioni celte volevano che l’edera, il caprifoglio e il sorbo rosso fossero intrecciati insieme in una corona e posti sotto i contenitori del latte.
Ginepro: le bacche hanno proprietà protettive. Bruciato dai Celti per l’Anno Nuovo per la purificazione.
Lichene: ottima per il cuore.
Lisimachia: tiene lontane le cose cattive.
Mele: frutto della vita e passaporto per l’altro mondo. Le mele e le nocciole sono usate nei riti divinatori a Samhain.
Nocciolo: usato nei sacri fuochi di Beltaine. Usato anche nella divinazione con l’acqua. Le nocciole sono associate alla saggezza dell’Altro mondo. Ai bambini era dato il latte della nocciola' per farli crescere forti.
Piantaggine: ("slanlus" - erba della salute) un rimedio molto comune, usato in molte malattie. Antisettico; espettorante. Se appesa attorno al collo di un bimbo, impedisce che sia rapito dagli spiriti.
Ranuncolo d’acqua: ottimo per ossa e articolazioni.
Sorbo rosso: albero magico per eccellenza, da cui si ottengono potenti incantesimi. Solitamente piantato davanti alla porta di casa per protezione. Collane di bacche di sorbo rosso infilate con filo rosso erano indossate per protezione dalle donne celte.
Sambuco: altro albero dai grandi poteri magici, amato dai Druidi. Porta sfortuna tagliare o danneggiare un sambuco. La linfa verde della corteccia applicata alle palpebre dona la "Seconda Vista". Quest’albero è spesso piantato fuori della casa per proteggerne gli abitanti. L’acqua fiorita di sambuco è usata per affezioni dell’occhio e della pelle, bruciori, escoriazioni e strappi.
Tanaceto: bollita, buona per il cuore. Come impacco per escoriazioni e strappi.



3 commenti:

  1. e la rosa azzurra che cosa simboleggia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il significato della rosa blu è chiuso in tante leggende, ma il suo simbolo principale è il segreto.

      Elimina
  2. E sognare di mettersi tra i capelli un fiore tipo orchidea ma nn sono sicura.. però era rosso e io chiedevo come stavo con questo fiore..che significa? Grazie

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie.

Partecipa Anche Tu

Image hosted by uppix.net

Cerca

Blog che seguo

Archivio

Lettori fissi

Informazioni personali

La mia foto
ciao mi chiamo selene nel web, ho 21 anni cosa dire di me... allora adoro il fantasy (si era capito!!! (^_^) )sono simapatica, sognatrice, romantica, testarda e determinata. Ho aperto questo piccolo spazio per condividre con voi la mia fantasia. ƸӜƷ Selene ƸӜƷ

Banner

Votami

sito
laportadeisognidiselenia.blogspot.it